Le rinnovabili e la bioedilizia come soluzioni alla crisi

Oltre 20 milioni di nuovi posti di lavoro potrebbero essere creati nel prossimo decennio

Le rinnovabili e la bioedilizia come soluzioni alla crisi Se gli Stati membri adotteranno il nuovo pacchetto di Bruxelles, pensato per la generazione di posti di lavoro e, al contempo, per la diminuzione delle emissioni di anidride carbonica in atmosfera, oltre 20 milioni di nuovi posti di lavoro potrebbero essere creati nel settore della green economy d'Europa nel prossimo decennio.
Il pacchetto è stato rilasciato in risposta alla crescente disoccupazione nei paesi dell'UE che, nel mese di febbraio, hanno toccato il massimo storico del 10,2 %.
Le nuove proposte, che sono progettate per contribuire a creare un mercato del lavoro più dinamico in tutta l'UE, identificano nella green economy un efficace strumento per migliorare le condizioni di occupazione ed il numero dei lavoratori attivi in tutto il territorio.
Accogliendo favorevolmente le proposte, il commissario europeo per l'Azione per il clima , Connie Hedegaard, ha affermato che i vari settori presenti all’interno della green economy (bioedilizia, risparmio energetico, riciclaggio dei materiali, fonti rinnovabili) potrebbero portare alla fine del decennio un notevole incremento degli occupati, portando nel territorio benessere sia a livello ambientale che economico.
Il commissario ha inoltre aggiunto che :"Se l'Europa non intensifica i suoi sforzi nella green economy, rischia di perdere una fonte immensa di posti di lavoro di qualità".

Categorie correlate