16/02/2010

Riparazione localizzate PACKER

Riparazione localizzate PACKER

Si procede innanzitutto alla miscelazione di due componenti, componente B (resina) e componente A (induritore) in quantità idonea al diametro e alla lunghezza della riparazione da eseguire.

Il composto così ottenuto viene applicato uniformemente ad un feltro di vetro.

Il feltro viene poi piegato fino a raggiungere una lunghezza superiore alla lesione e di spessore idoneo al diametro.

 La guaina preimpregnata viene poi applicata e fissata ad un packer cilindrico, introdotto nella tubazione e posizionato nel punto danneggiato.

Tramite un sistema di gonfiaggio a pressione pneumatica, il tubolare viene compresso

contro la parete della tubazione in modo da far penetrare la resina nelle cavità e crepe della parte lesionata.


Intervento di realizzazione di tronchetto localizzato per risanamento condotta fognaria con resina termoindurente realizzato mediante fornitura e posa in opera di guaine di lunghezza e spessori adeguati a ricostruire il tratto di condotta interessato.

 

Si procede innanzitutto alla miscelazione di due componenti, componente B (resina) e componente A (induritore) in quantità idonea al diametro e alla lunghezza della riparazione da eseguire.

Il composto così ottenuto viene applicato uniformemente ad un feltro di vetro.

Il feltro viene poi piegato fino a raggiungere una lunghezza superiore alla lesione e di spessore idoneo al diametro.

 La guaina preimpregnata viene poi applicata e fissata ad un packer cilindrico, introdotto nella tubazione e posizionato nel punto danneggiato.

Tramite un sistema di gonfiaggio a pressione pneumatica, il tubolare viene compresso

contro la parete della tubazione in modo da far penetrare la resina nelle cavità e crepe della parte lesionata.

 Completata la fase di indurimento della resina, il pallone viene sfilato lasciando la parete perfettamente liscia e completamente resinata.

 

 Gli strati che verranno utilizzati per il risanamento localizzato saranno tali da assicurare la continuità statica della condotta, l’integrità strutturale, l’efficienza idraulica e da garantire un minimo restringimento della sezione originaria

 Questo tipo di risanamento pertanto assicura il ripristino della caratteristiche originarie della condotta.

 

 

materiali

 

fibra

La fibra utilizzata è una fibra di vetro costituita da stuoie associate a fili tagliati cuciti assieme.

Offre una buona deformabilità e impregnazione.

La fibra è certificata e le sue caratteristiche corrispondono o sono superiori alle normative europee.

Unita alla resina offre un ottimo effetto strutturale; inoltre impartisce al materiale una resistenza molto alta sia alla flessione sia agli shock.

 

resina

I materiali impiegati nelle fasi di impregnazione dei tubolari sono in grado di assicurare elevate caratteristiche di resistenza chinica e fisica e, conseguentemente, di durata in quanto trattasi di resine particolari, brevettate, la cui formazione è stata messa a punto e collaudata da decenni di applicazione.

Questa resina termoindurente deriva dalla miscelazione di due componenti: componente A (induritore) e componente B (resina).

I tempi di polimerizzazione dipendono dalla quantità utilizzata e dalla temperatura ambientale.

 



Categorie correlate