07/11/2011

La Torre Eiffel diventa ecosostenibile

Fotovoltaico ed eolico per ridurre il consumo di energia

La Torre Eiffel diventa ecosostenibile

Negli ultimi tempi gli interventi di riqualificazione energetica sono sempre più frequenti in Italia ed in molti altri paesi d’Europa che, così facendo, convertono strutture ed edifici pubblici al mondo “green” e all’energia rinnovabile. Architetti ed ingegneri esperi del settore sono così costantemente attivi nello studio di forme e strumenti in grado di permettere una perfetta congiunzione tra gli impianti per lo sfruttamento delle energie rinnovabili e l’architettura di edifici e costruzioni che spesso sono simboli storici di città e nazioni.


Proprio come la famosissima Torre Eiffel di Parigi, struttura dal valore inestimabile che fin dalla sua realizzazione ha rappresentato per il territorio un punto di riferimento oltre che di orgoglio e bellezza.
La particolare e caratteristica costruzione parigina, infatti, a breve subirà un restyling fondato sui principi del risparmio energetico e della sostenibilità. La società  che gestisce la struttura ha progettato alcuni interventi che renderanno la Torre Eiffel meno dannosa e più sostenibile a livello ambientale. E’ previsto, infatti, l’inserimento di  4 pannelli solari e 4 pale eoliche per la produzione di energia pulita che permetterà alla struttura di ridurre del 50% il consumo di energia elettrica.
Il costo dei lavori sarà circa di 25 milioni di euro e, per la durata, si stima un periodo di 18 mesi che partirà non prima della prossima primavera.
Gli interventi programmati per aumentare la sostenibilità della Torre Eiffel non sono i primi e, sicuramente, non saranno gli ultimi. Negli scorsi anni, infatti, erano già stati avviati diverse operazioni mirate alla diminuzione dell’impatto ambientale della struttura. Tra queste, c’era stata la decisione di utilizzare vernici ad acqua, la sostituzione delle lampadine con dispositivi a Led dalla maggiore efficienza e la riduzione dello “scintillio” a mezzanotte ridotto a 5 minuti piuttosto che 10.
Lo sfruttamento dell’energia fotovoltaica ed eolica, e tutti gli ulteriori accorgimenti previsti per l’importante e famosa costruzione di Parigi, rendono quest’ultima non solo un grande modello a livello architettonico ed ingegneristico ma anche un esempio di come le nuove tecnologie “green” possano effettivamente essere un ottimo strumento per ridurre il nostro impatto sull’ambiente, tutelando e preservandolo per le generazioni future.

Fonte : ecodallecitta.it



Categorie correlate