02/10/2009

Il vento può muovere la nostra vita

L'energia eolica

Il vento può muovere la nostra vita

L’energia eolica è quella ricavabile dallo sfruttamento dell’energia cinetica associata alle masse d’aria in movimento, il vento, che lambiscono la crosta terrestre.
Il movimento delle masse d’aria è determinato dall’irraggiamento solare: la diversa distribuzione del calore solare sulla terra determina nell'atmosfera aree di alta e di bassa pressione: dove maggiore è il riscaldamento, l'aria, meno densa e più leggera, tende a salire verticalmente e nella zona sottostante si forma una bassa pressione.


Salendo l'aria si raffredda e, quando è completamente raffreddata, torna a dirigersi verso il basso, ove si genera un'alta pressione. Il moto che  deriva da questi movimenti continui è il vento. Quanto più elevate sono le differenze di pressione tanto maggiore sarà la velocità del vento.
Le macchine che si oggi si utilizzano per sfruttare l’energia del vento sono gli aerogeneratori eolici che funzionano sul principio dei vecchi mulini a vento: il vento fa girare le pale ed  il movimento di rotazione viene trasmesso ad un generatore che produce elettricità.

Gli aerogeneratori più diffusi sono quelli medi, alti 50 metri, generalmente a tre pale lunghe 20 metri che possono produrre una potenza elettrica giornaliera di 600-800 kW che corrisponde al fabbisogno elettrico giornaliero di circa 500 famiglie.

Oggi si realizzano macchine di grande taglia con diametro pale da 60 metri con una potenza dai 2000 kW in su; ci sono prototipi da 6000 kW.
Quando si posizionano insieme sul territorio più aerogeneratori  si formano le wind-farm, “fattorie del vento”,  vere e proprie centrali elettriche. Una centrale di 30 aerogeneratori da 300 kW l’uno in una zona con venti dalla velocità media di 7/8 metri al secondo, può produrre 20 milioni di kWh all’anno, fabbisogno di circa 7.000 famiglie.
Per produrre energia elettrica in buona quantità è necessario che il sito dove si installa l’aerogeneratore sia molto ventoso e sarà necessario analizzare in maniera particolare la conformazione del terreno e l’andamento, nel tempo, della direzione e della velocità del vento. L'energia eolica è una fonte di energia rinnovabile e pulita: si è dimostrato che alcuni effetti indesiderati quali l’impatto visivo, il rumore, gli effetti su flora e fauna, le interferenze sulle telecomunicazioni, gli effetti elettromagnetici ecc. sono trascurabili o possono essere tranquillamente mitigati.
Per quanto riguarda le turbine, ne esistono due tipi: il primo tipo utilizza il controllo del pitch, il secondo  tipo impiega lo stallo controllato.

Il controllo del pitch opera modificando l'angolo delle pale, in modo che corrisponda alla velocità del vento (se il vento diventa troppo forte agiscono dei freni che garantiscono una certa sicurezza del modello).

Il controllo di stallo (conosciuto  anche come il controllo passivo) si basa sull'aerodinamica originale delle pale, infatti quando la velocità del vento diventa troppo alta, si crea una turbolenza dietro le pale che ostacola la spinta su di esse, riducendo al minimo la potenza del vento. Il movimento delle pale non viene mai interrotto per assicurare che le pale rallentino gradualmente e non improvvisamente quando il vento raggiunge una forte velocità. In questo modello non vengono usati freni. A secondo del modello utilizzato si hanno benefici diversi, ma in generale possiamo dire che l'energia eolica è caratterizzata da vantaggi e svantaggi.

Quali sono i vantaggi?
Tra i  suoi vantaggi possiamo citare l'assenza di emissioni nocive, poiché la turbina viene azionata grazie all’energia cinetica generata da una fonte naturale piuttosto che dal calore, e quindi, dal momento che non viene bruciato nulla non c'è inquinamento.
Inoltre il costo è pari a quello di un impianto di energia da combustibili fossili e minore di un impianto di energia nucleare. L'energia eolica è in grado di fornire circa il 27%  in più di posti di lavoro rispetto  al settore delle tecnologie avanzate del carbone e 20 volte più posti di lavoro rispetto al settore del ciclo combinato a gas naturale.  
Questa fonte di energia teoricamente potrebbe soddisfare la richiesta di energia di tutti gli Stati Uniti, con un surplus notevole, ma in realtà le tecnologie attuali riescono a produrre solo una piccola quantità di tale energia.

...e gli svantaggi?
L'energia eolica, come del resto molte della altre energie alternative, presenta anche alcuni svantaggi. Uno di questi è che, per l’utilizzo di tale energia alternativa, bisogna porre molta attenzione alla zona dove la si vuole impiegare. Questa infatti necessita di località molto ventose, dunque in aree aperte relativamente poco popolate. Il secondo svantaggio è che il vento non è sempre abbastanza forte da produrre energia a sufficienza, con la conseguenza che non si può sempre contare su di esso per fornire un approvvigionamento costante alla popolazione che lo richiede.
Dobbiamo però ammettere che i vantaggi sono molti di più rispetto agli svantaggi,ma soprattutto, i benefici prodotti dall’energia eolica sono qualitativi e rivolti ad una tendenza crescente, ovvero quella di preservare l’ambiente e la salute dell’uomo.

Dunque l’energia eolica costituisce una fonte concreta ed efficace per la produzione di energia in futuro, e di conseguenza sarebbe intelligente investire in questo settore.
www.energia-eolica.it  il sito permette di accedere al portale italiano dell’energia eolica, dove vengono fornite informazioni sui vari tipi di impianti e le relative aziende che li producono.
www.certificatoreenergetico.com
Il sito permette di conoscere le attività svolte dall’azienda PLS S.r.l. specializzata in progettazione, installazione e vendita di strumenti per la generazione di energie rinnovabili.



Categorie correlate