Nuove sostanze da monitorare contro l’inquinamento idrico

La Commissione europea propone per la prima volta alcuni prodotti farmaceutici


Nuove sostanze da monitorare contro l’inquinamento idrico La Commissione Europea ha presentato una nuova serie di regole contro l’ inquinamento idrico per una maggiore tutela delle acque introducendo, per la prima volta, una lista di sostanze pericolose tra cui anche alcuni prodotti farmaceutici.
La Commissione propone di aggiungere 15 prodotti chimici nell'elenco di 33 sostanze inquinanti che sono attualmente monitorate e controllate nelle acque di superficie dell'Unione Europea.
La consapevolezza di alcuni effetti negativi dei farmaci per l'ambiente è cresciuta notevolmente negli ultimi anni e la proposta si basa sulle più recenti conoscenze scientifiche che non mettono ovviamente in discussione il valore medicinale di tali sostanze, ma affrontano con attenzione i potenziali effetti dannosi della loro presenza nell'ambiente acquatico.
Concentrazioni superiori agli standard proposti possono, infatti, influenzare la salute dei pesci compromettendone la riproduzione, ad esempio, danneggiando anche altri organismi viventi.
La Commissione propone inoltre miglioramenti per il monitoraggio e la segnalazione di inquinanti chimici in acqua, così come un meccanismo in grado di ottenere una migliore informazione sulle concentrazioni di altri inquinanti che potrebbe essere oggetto di controllo in futuro a livello europeo.
Il Commissario per l'ambiente Janez Potočnik ha dichiarato: "L'inquinamento delle acque è una delle preoccupazioni ambientali più frequentemente citati dai cittadini dell'UE. Queste 15 sostanze aggiuntive devono essere monitorate e controllate per garantire in modo concreto che non costituiscano un rischio per l'ambiente o la salute umana."

Categorie correlate